Sono molto felice di prendere parte ad una collettiva di sole donne, che simbolicamente si chiamano Fragili Guerriere. Una fragilità che come suggerisce il nome è solo apparente, perché le Guerriere usano sì le arti invece delle armi, ma il loro destino è comunque sempre...

Dall'1 al 5 Novembre ho esposto per la prima volta a Paratissima XIII, a Torino, con una piccola selezione di opere. E' stata una bellissima occasione di confronto con tanti artisti (oltre 500 diversi artisti hanno preso parte a questa ricca edizione), e di conoscenze...

Sono felice di mostrarvi la prima agenda di Collage Vintage: un esemplare unico per una persona speciale, simbolo dell'eleganza maschile italiana. Ho creato il collage pensando al mio cliente, un uomo davvero elegante e sempre in viaggio, impeccabile maestro di buone maniere, collaboratore delle migliori...

Francesca Reboli della prestigiosa testata Vogue ci ha dedicato un bellissimo articolo. La versione on line è a questo LINK. L'arte del collage vintage Arte, moda e costume. Vezzi e virtù delle italiane anni 50 reinterpretati nelle opere di Maria Grazia Preda. Con un messaggio molto contemporaneo. Leggevano...

Affetto ed ironia, per una intervista davvero bella che mi ha dedicato la mitica Maria Rita Catasta. Mi sono divertita tantissimo a giocare con i miei amati anni Cinquanta insieme alla stylist Maria de Los Angeles Monari e davanti all'obiettivo di un grande fotografo: Jacopo Marchio. Grazie a Fashion Beginners!Il...

Servizio Fotografico Per L’intervista a Maria Grazia Preda, Artista Collage Vintage.      Foto di Jacopo Marchio Set coordinating Maria de Los Angeles Monari ...

"Donne mie illudenti e illuse che frequentate le università liberali, imparate latino, greco, storia, matematica, filosofia; nessuno però vi insegna ad essere orgogliose, sicure, feroci, impavide. A che vi serve la storia se vi insegna che il soggetto unto e bisunto dall’olio di Dio è...

Fin dal primo giorno in cui ho preso in mano le forbici ho creato grafiche completamente mie, senza guardare il lavoro di altri. E' solo così, attingendo dentro sé stessi che questo lavoro ha un senso compiuto. O almeno io la vedo così. Negli anni ho...